Somma non ha dubbi: "Con Ancelotti si può solo vincere, a Parigi un Napoli stratosferico"

Foto

Si è quasi al termine della stagione azzurra e ciò che fa più gola a tutto l’ambiente Napoli è sicuramente la prossima sessione di mercato e come si comporterà Ancelotti dopo l’anno di transizione. Ne abbiamo parlato con Mario Somma, che il campo lo ha vissuto eccome, da giocatore prima e da allenatore poi.

Come si giudica questa prima annata di Ancelotti? "È stata una stagione molto positiva. Questo perché ci troviamo di fronte ad un cambio di gestione. Ogni volta che c’è un cambio si riparte con un nuovo programma e non è facile mantenere gli stessi livelli di quello precedente. Il fatto stesso che ci sia questo cambio è perché si ritiene che la gestione precedente abbia dato il massimo. Quindi quando si decide di iniziare un nuovo percorso c’è bisogno di un periodo di assestamento. Questo Napoli con la gestione di Ancelotti ha mantenuto inalterata la qualità del gioco, anche se non con la stessa continuità. Ma ho ancora davanti agli occhi la partita di Parigi, dove abbiamo visto un Napoli stratosferico, penalizzato solo nei minuti finali dal risultato. Questo Napoli ha comandato in casa di una delle regine europee con grande autorità e questo è sicuramente un merito di chi gestisce la squadra. C’è stato un grande cambiamento, dato che si è passati da un centrocampo a tre a quello a due di quest’anno. Cambia completamente il mondo, perché ci sono compiti e funzioni totalmente differenti. Essendo quindi all’inizio ritengo sia molto positiva la gestione".