Sarri-Juve, da Figline Valdarno parla il Club: "Se succede cambiamo il nome! Ci ha sempre detto che i bianconeri non gli sono simpatici"

NAPOLI – Se ne parla, eccome. Sembrava uno scherzo. Una battuta lanciata così, per suscitare un po’ di ilarità. E invece, sembra che l’ipotesi di vedere Maurizio Sarri sulla panchina della Juve sia concreta. Scrive così Cronache di Napoli.

Anzi, i maggiori esperti di mercato in Italia e in Inghilterra (ieri il ‘Sun’ titolava ‘Sarrivederci, raccontando dei contatti tra il Comandante e i bianconeri) danno il tecnico di Figline Valdarno in pole position. Sarri non è l’unico pretendente alla panchina della Juventus lasciata libera da Allegri. E la Signora non è la sola squadra a bussare alla porta del tecnico più amato della storia del Napoli. Ci sono anche il Milan e la Roma alla finestra. Ma il solo pensiero di vedere Sarri alla guida della Juventus di Cristiano Ronaldo fa accaponare la pelle dei fan del Comandante. In Italia, soprattutto a Napoli, ce ne sono molti. In tanti si stanno organizzando per seguire la finale di Europa League tra l’Arsenal e il Chelsea di Sarri, in programma mercoledì a Baku. Nelle piazze di Napoli e delle altre città d’Italia ci sarà la caccia allo schermo per spingere il Comandante alla vittoria del primo trofeo da professionista. Nella mente, però, ci sarà il terrore di vederlo dall’altra parte della barricata. Ovvero nel Palazzo. Tutti speravano che Sarri potesse conquistare il Potere. Ma non così. “Se Maurizio firmerà per la Juventus, cambieremo il nome al club. Non si chiamerà più Club Napoli Maurizio Sarri. Lo chiameremo in un altro modo”. A dirlo è stato Carmine Iaiunese, uno dei fondatori del club ospitato nell’Antico Caffè Greco a Figline Valdarno. Carmine e suo fratello Agostino furono tra i primi a venire a conoscenza dell’accordo tra Sarri e il Napoli nel 2015. “E non solo - dice Carmine Iaiunese - Siamo pure a conoscenza di quante volte la Juventus abbia cercato Sarri e soprattutto quale sia sempre stato il pensiero di Maurizio nei confronti della Juve. Diciamo che i bianconeri non gli sono mai stati simpatici e che ci stupiremmo molto nel caso lo vedessimo su quella panchina”. Fabio Piscopo, uno degli ideatori di ‘Sarrimo - Gioia e Rivoluzione’, il gruppo che conta più seguaci del Comandante in assoluto, riassume il pensiero dei compagni. “Sarri alla Juventus è uno scenario impossibile. Non succederà mai. Chi lo conosce e lo ama, sa che Sarri non andrà mai a Torino”. E’ lo stesso pensiero che hanno espresso Francesco Ferrara e Claudio Masulli, gli ideatori de ‘La Mossa del Comandante’, il gioco da tavolo ispirato alle gesta di Sarri sulla panchina del Napoli. “Adesso non abbiamo voglia di giocare - dicono Ferrara e Masulli - chi mostra il dito medio ai tifosi della Juventus non potrà mai accettare l’incarico di guidare la loro squadra”. A Napoli sperano tutti che abbiano ragione loro.

Fonte : Cronache di Napoli