Tuttosport - Italia trascinata dalla prodezza di Insigne, l'Allianz Stadium impazzisce

Per battere la Bosnia, l'Italia questa volta ha avuto bisogno di una prodezza di Insigne e almeno tre parate eccellenti di Sirgu che hanno impedito il ribaltone ospite prima del colpo finale di Verratti. In difficoltà l'Italia, complice del doppio impegno così riavvicinato post camionato spiega Mancini. Come riporta Tuttosport, qualche movimentino lo si è visto, ma per rimettere le cose a posto è servita un’autentica prodezza di Insigne con un tiro al volo direttamente da calcio d’angolo. Bellissimo, sì, ma un poco estemporaneo perché il pallino lo ha ripreso in mano la Bosnia che ha costretto Sirigu a tre parate difficilissime e che ha creato almeno un paio di altre clamorose occasioni. Ma è stata una grave colpa, quella dei bosniaci, non riuscire a segna nell’ultimo sforzo di cui sono stati capaci i bosniaci prima di esaurire le energie e richiudersi nella propria trequarti. Troppo, perché prima ci ha provato

Chiellini con un colpo di testa centrale e poi ci è riuscito Verratti con un colpo da biliardo. E la sofferenza è finita il gloria. Azzurra.  

L’Allianz Stadium risponde con quasi 30 mila presenze e tanto affetto per sostenere gli idoli di casa, juventini e torinisti in primis, e spingere l’Italia alla quarta vittoria su quattro incontri. Attenzione e rispetto, of course, anche per Pjanic, regista della Bosnia, sì, ma pure della Juventus! Vince l’Italia e vince anche la tifoseria azzurra che prima dell’ultimo minuto di recupero intona a tutti polmoni l’inno d’Italia ricordando all’arbitro spagnolo Xavier Estrada Fernandez che è arrivato il momento di mettere il fischietto in bocca e fischiare per tre volte.