Ancelotti in conferenza: "Fastidio all'adduttore per Insigne. Chiriches ha un problema muscolare. Albiol può tornare per i quarti di finale. Su Diawara, Luperto e Mertens..."

Salisburgo-Napoli si è conclusa sul risultato di 3-1 per la squadra di casa. Un KO che non guasta la festa al Napoli, che ottiene comunque la qualificazione ai quarti di finale di UEFA Europa League e attende il sorteggio di Nyon per conoscere la prossima sfidante. Nel frattempo, a fine partita, Ancelotti si è recato in sala stampa alla Red Bull Arena di Salisburgo per commentare insieme ai giornalisti il risultato della partita e la prestazione degli azzurri.

ANCELOTTI IN CONFERENZA STAMPA

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha parlato in conferenza stampa al termine di Salisburgo-Napoli.

"Insigne ha sentito un fastidio sull'adduttore nel riscaldamento. Sembrava poco grave, ma abbiamo preferito evitare problemi visto che ci saranno altre partte. Chiriches ha avuto un problema muscolare nel finale e Diawara un taglio sul piede". 

Sul passaggio del turno

"L'obiettivo era iniziare bene la gara, con coraggio e personalità e ci siamo riusciti per tutto il primo tempo. Abbiamo meritato il vantaggio, abbiamo perso una palla in uscita ed hanno pareggiato. Le gare con squadre contro il Salisburgo con finiscono mai. Entra nella normalità dell'essere umano rilassarsi". 

Sulla tenuta mentale della squadra

"L'interpretazione del primo tempo è stata fatta bene, la squadra ha giocato con personalità. Siamo stati aggressivi, il goal di Milik ha condizionato l'aspetto psicologico di tutti. Si può pensare che la seconda parte della partita sia stata sotto tono, ma ripeto, è normalità".

 Su Mertens

"Non lo giudico per i goal che fa, ma per il lavoro e devo ammettere che in queste due partite di coppa è stato fondamentale per la qualificazione della nostra squadra". 

Sugli errori in uscita

"Non è una questione di gamba, ci siam presi qualche rischio perchè, come all'andata, era indispensabile cercare l'uscita per superare la prima pressione e cercare gli spazi. Abbiamo rischiato, ci è costato il goal del pareggio, ma era una strategia voluta".

Sull'aspetto psicologico

"In questo periodo, se guardiamo il bicchiere mezzo vuoto non fa bene. Abbiamo fatto un buon secondo tempo col Sassuolo ed anche con la Juve in 10. Dipende da come si vogliono vedere le cose". 

Sul Salisburgo

"E' un'ottimasquadra fatta dai giovani. E' una squadra che l'anno scorso raggiunse la semifinale ed avrà un futuro roseo". 

Su Luperto

"Ha giocato da veterano, con lucidità. Ha sofferto nel finale, ma abbiamo sofferto tutti. La gestione del primo tempo sia sua che Chiriches è stata ottima". 

Su Albiol

"Potrebbe essere che per i quarti di finale sia a disposizione". 

Termina la conferenza stampa.