Paulo Sousa: "Anti-Juve? Non c'è solo il Napoli, ce ne sono altre tre! I bianconeri vinceranno ancora, per raggiungerla non è solo questione di tempo"

Paulo Sousa, ex allenatore della Fiorentina, ha rilasciato un'intervista alla Gazzetta dello Sport.

SERIE A, PAULO SOUSA SUL NAPOLI E LA JUVENTUS

La sua anti-Juve, a fine agosto?

«Non una sola. Il Napoli, la Roma, anche il Milan e sicuramente l’Inter: ha un leader esigente come Spalletti e la Champions le ha permesso investimenti per far crescere la rosa dal punto di vista fisico, tecnico, di esperienza e mentalità vincente».

Eppure quest’anno vincerà ancora la Juve, pare di capire

«Probabilmente sì. Credo che la Juve non abbia mai avuto una rosa così forte per numero, qualità e diversità dei giocatori: può cambiare sistema di gioco come e quando vuole; Allegri ha una grande capacità, tiene sempre acceso il fuoco in tutti i suoi; il club crea l’equilibrio che fa andare tutti nella stessa direzione. No, non credo che la Juve calerà».

Quindi questo Juve-Inter non cambierà nulla?

«Non per la Juve, molto di più per l’Inter: può convincerla di poter tenere, in 90’ e poi in tempi relativamente brevi, il passo della Juve. La rosa che sta costruendo è per camminare un po’ alla volta in questa direzione».

Quanto tempo servirà per «raggiungere» questa Juve?

«Non è solo questione di tempo: devi cambiare il meno possibile, anche a livello di club e di chi, nel club, conduce il progetto sportivo. L’Inter negli anni ha cambiato tanto, non so se la scelta di Marotta sia mirata in questo senso».