Notizie
Facebook Twitter WhatsApp

Uruguay e Corea a reti bianche: attimi di paura per Kim (ma tutto ok), Olivera in campo 80'

Foto
Uruguay e Corea a reti bianche: attimi di paura per Kim (ma tutto ok), Olivera in campo 80'
TuttoNapoli.net

Termina con il quarto zero a zero di Qatar 2022 la sfida tra Uruguay e Corea del Sud: all'Education City Stadium primo tempo sicuramente più a favore della Corea in termini di gioco, anche se la migliore occasione capita proprio alla Celeste, mentre nella ripresa la squadra di Alonso attacca decisamente di più, forse anche grazie all'ingresso di Cavani, senza però riuscire a sbloccare la sfida, nonostante il secondo palo della gara, colpito ancora dalla squadra sudamericana. Per quanto riguarda i napoletani, per Kim Min-jae ci sono stati attimi di paura per un piccolo risentimento al polpaccio che l'ha costretto fuori dal campo per un po', ma l'allarme è poi rientrato. Per Mathias Olivera, invece, 80' in campo e una prestazione sufficiente.

Sin da subito la Corea del Sud si fa preferire per ritmo e geometrie, mentre l'Uruguay controlla con ordine senza rischiare, forte anche del gap di esperienza che le due formazioni esprimono. Tatticamente Alonso chiede a Nunez di allargarsi, lasciando a Luis Suarez il centro dell'attacco, mentre Bentancur è il regista a tutto campo della squadra. E la prima occasionissima infatti è proprio della Celeste: lancio lungo dalla difesa, torre dello scaltro Facundo Pellistri e grande chances per l'accorrente Nunez, che arriva però un secondo in ritardo all'appuntamento con l'1-0. Poco prima, sempre sul solito lancio lungo, era stato Valverde ad andare vicinissimo al golazo. La Corea si affida sì al gioco di squadra, senza però dimenticarsi delle qualità di Son Heung-min, che nella sfida con Caceres ha un delta di velocità altissimo: al 27' la stella del Tottenham prova ad accendersi, ma la difesa sudamericana respinge.