Notizie
Facebook Twitter WhatsApp

Trovare un punto d'incontro...per il bene di tutti!

Foto

Napoli Calcio - Resta o va? Firma o lo vedremo con altra maglia? Quale sarà il futuro di Lorenzo Insigne? Accetterà la riduzione d'ingaggio proposta da Aurelio De Laurentiis già per questa stagione ma non ancora attuata oppure cambierà squadra a fine stagione a parametro zero? In tanti, tutti si fanno le stesse domande. Tutti sono curiosi di sapere come andrà a finire questa telenovela che dura già ormai da un anno.

Rapporti tesi, in ritiro, dopo l'Europeo parole dure, incontri non avvenuti o evitati, decisioni che sembravano prese, in negativo. Poi l'arrivo di Luciano Spalletti e il cambio di rotta, almeno la voglia di provarci. Il Magnifico, capitano del Napoli, si è preso, appoggiato dal proprio nuovo allenatore, la squadra sulle spalle, contribuendo in maniera attiva alle vittorie consecutive ottenute, con gol, assist o prestazioni che innalzano il tasso tecnico degli azzurri e lo lanciano a punteggio pieno in testa alla classifica. Si fa sentire anche quando viene sostituito, a dimostrazione del fatto che ci tiene alla sua maglia, quella tatuata addosso.

I primi approcci, che risalgono ad un mese fa: il suo agente Vincenzo Pisacane si è incontrato, pranzo o aperitivo che sia, conta poco quello che hanno mangiato ma quello che si sono detti, ha fatto si che il ghiaccio tra le parti cominciasse a sciogliersi. Appuntamento per parlare seriamente alla FIlmauro, contatti telefonici che avvengono con maggiore frequenza e idee delle due parti abbastanza chiare.

Lorenzo Insigne

QUI DE LAURENTIIS - Un'offerta al ribasso, a vita, ma al ribasso: questa è l'idea del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis che ha voglia di far scendere a tutti i costi il monte ingaggi del suo club. La Champions League potrebbe far cambiare idea, almeno in parte, aiutare con quell'incentivo in più per raggiungere le richieste del capitano. Ma la strategia è chiara: offerta sui 3-3,5 mln per 5 anni, quindi a vita.

QUI INSIGNE - MLS? No, grazie. Ma occhio a Milan e Inter in Italia, nuovo Newcastle ma non solo in Inghilterra e i club spagnoli che amano i calciatori di qualità. La voglia è chiara a tutti: restare in azzurro magari con la conferma dell'ingaggio attuale al massimo alzandolo di un pochino ma a vita. Questo è al momento l'unico punto di incontro, ma non basta. Lo stesso Lorenzo ha fatto sapere, durante il Festival dello Sport di Trento, che la questione non è di facile risoluzione: “Ho un contratto con il Napoli fino al 2022, sono a scadenza. Ma come ho sempre detto in questi giorni voglio restare concentrato sul campo, al di là delle altre situazioni esterne. Poi per questa vicenda c’è il mio procuratore che ha parlato con il presidente. Non è una questione facile”.

Serve trovare un equilibrio che consenta di far proseguire questo amore che diventerebbe eterno, fino alla fine della carriera da calciatore. Lorenzo Insigne è il simbolo di questo Napoli e il Napoli è la sua vita. Nessuno può immaginarlo con un'altra maglia, amato da molti o meno apprezzato da pochi, vuole e può chiudere la sua vita calcistica con la maglia che lo ha lanciato su grandi palcoscenici. Trovare un punto d'incontro...per il bene di tutti!

RIPRODUZIONE RISERVATA