Notizie
Facebook Twitter WhatsApp

Roberto Insigne: "Io contro il Napoli? Lorenzo mi ha già detto una cosa. Ringrazierò sempre Mazzarri"

Foto

L'ex attaccante del Napoli, Roberto Insigne, fresco della promozione in Serie A con la maglia del Benevento, ha rilasciato un'intervista al Corriere del Mezzogiorno: "Affronterò il Napoli con il Benevento? Ed è questo il sogno che si è avverato. Sfidare la mia città, giocare contro mio fratello Lorenzo. Mi ha già detto: guarda che non ti darò la mia maglia. Magari sarà lui a chiederla a me. Insigne mi ha fatto ombra nella mia carriera? Se è successo non l'ho mai percepito. Io e Lorenzo siamo due giocatori diversi, sia per caratteristiche tecniche ma anche per carattere".

Roberto Insigne ha poi aggiunto: "Lorenzo è fortissimo e sono orgoglioso di essere suo fratello. Pensi che spesso mi chiamano con il suo nome di battesimo, ci sono abituato. Rispondo e sorrido, sotto sotto mi fa anche piacere. Io però so chi sono e cosa ho fatto per meritarmi questa meravigliosa promozione. Da napoletano sono abituato: dobbiamo sudare più degli altri per affermarci. Sognavo di giocare nella città dove sono nato, ricordo l'esordio e ringrazierò sempre mister Walter Mazzarri. Magari un giorno mi capiterà una nuova occasione. Ma Benevento adesso è la mia casa, ho sofferto all'inizio ma poi è diventato il migliore dei mondi possibili. E non soltanto perché abbiamo vinto. Di questo club apprezzo i valori, gli insegnamenti. Mi piace il clima di entusiasmo. E poi c'è il presidente, un secondo papà per me. E' napoletano come me. Ma il legame forte nasce quando l'anno scorso ha esercitato l'opzione del riscatto del mio cartellino anche senza la promozione. Ha avuto fiducia, ed io lo chiamo papà".