Notizie
Facebook Twitter WhatsApp

"Napoli, camper di Stranamore all'esterno del centro sportivo: che macello"

Foto

Arturo Di Napoli, ex calciatore di Napoli e Inter, è intervenuto ai microfoni de "I Tirapietre", trasmissione condotta da Luca Cirillo e Donato Martucci, con la partecipazione di Francesco Capodanno, sulle frequenze di Radio Amore Campania. Ecco quanto evidenziato: "Napoli è una piazza che amo, i miei genitori sono napoletani. Quando le cose non andavano bene, i miei fratelli non mi parlavano, loro erano letteralmente malati del Napoli. Il momento più bello è proprio aver indossato quella maglia, la città è straordinaria".

Inoltre, Di Napoli, aggiunge: "I napoletani sono sempre un passo avanti, per come affrontano i problemi e la vita. Indossare questa maglia azzurra è stato un privilegio per me, un top club, e lo sta dimostrando". Poi rivela un aneddoto storico: "Partecipazione al programma di Mediaset Stranamore? Sì, ricordo che ero a Soccavo, e c'era il camper di Stranamore, pensavamo fosse per Colonnese, invece era per me. Non ci volevo andare assolutamente, non mi piaceva la cosa. C'era un macello fuori il centro tecnico del Napoli, il vecchio Paradiso".